Foto Vittorio Nicolosi

Vittorio Nicolosi

Socialnetwork Non Disponibile
Attività Principali Progettazione geometrica, funzionale delle infrastrutture di trasporto. Gestione della manutenzione delle infrastrutture stradali ed aeroportuali.
Ricevimento Studenti mercoledi' dalle 14:00 alle 17:00
Indirizzo E-mail Vedi Opzione in alto a destra

 

 

Formazione - Nell’anno 1988 si è laureato con lode in ingegneria civile all’Università di Napoli “Federico II” discutendo la tesi “Studio dei serbatoi interrati con l’ausilio del metodo degli elementi finiti”; - Vincitore nell’anno 1989 al concorso di ammissione per il dottorato di ricerca in Ingegneria dei Trasporti, con sede presso l’Università di Roma “La Sapienza” (gazzetta ufficiale IV serie speciale n.41-bis del 30 maggio 1989); - Dal 1989al 1992 ha frequentato il corso di dottorato superando gli esami di ammissione al 1° e 2° anno di corso; - Nel febbraio del 1993, ha discusso la tesi di dottorato intitolata “Una metodologia per il calcolo dei giunti da ponte sottopavimentazione“ ed ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in ingegneria dei trasporti; - Nel 1993 ha sostenuto con esito positivo il concorso per l’ammissione al corso di specializzazione in materia ferroviaria (bandito dalle Ferrovie dello Stato – Gazzetta ufficiale IV serie speciale n.87 del 5 novembre 1991), successivamente ha frequentato il suddetto corso sostenendo con esito positivo l’esame finale. Comitati tecnici e scientifici; - Nell’anno 1994 è stato nominato membro del Gruppo di Lavoro italiano "G4 - Implicazione del trasporto con veicoli pesanti" dell'Associazione Internazionale Permanente dei Congressi della Strada (AIPCR-PIARC); - Nell’anno 1996 è stato nominato membro del Comitato Tecnico Nazionale C.16 “Trasporto Intelligente” dell'Associazione Internazionale Permanente dei Congressi della Strada (AIPCR-PIARC); - Negli anni 1996 e 1997 ha partecipato assiduamente ai lavori della “Commissione di studio per le norme relative ai materiali stradali e progettazione, costruzione e manutenzione strade” del Consiglio Nazionale delle Ricerche e nell’anno 1998 è stato nominato membro della stessa (Provvedimento Ordinamentale n. 014990 del 13 ottobre 1998); - Nell’anno 2000 è stato nominato membro del Comitato Tecnico Nazionale C.6 “Gestione delle strade” dell'Associazione Mondiale della Strada (AIPCR-PIARC); - Nell’anno 2000 è stato nominato membro della “Commissione di studio per le norme tecniche relative ai materiali stradali, alla progettazione , costruzione e manutenzione delle infrastrutture stradali” del Consiglio Nazionale delle Ricerche; - Nell’anno 2005 è stato nominato membro del Comitato Tecnico Nazionale C.4.1 “Gestione del patrimonio stradale” dell'Associazione Mondiale della Strada; - Nell’anno 2005 è stato nominato membro corrispondente del Comitato Tecnico internazionale C.4.1 “Asset Management” dell'Associazione Mondiale della Strada (AIPCR-PIARC); -  Nell’anno 2008  è stato nominato membro del  Comitato Tecnico  Italiano  e membro associato  del Comitato Tecnico  Internazionale  D.1 “Management of Road Infrastructure Asset” dell'Associazione Mondiale della Strada (AIPCR-PIARC)  per il quadriennio 2008/11.

- Nell’anno 2008  è stato nominato vice-presidente  del  Comitato Tecnico  Italiano  e membro corrispondente  del Comitato Tecnico  Internazionale  D.2.b “Flexible and Semi-Rigid Pavements”  dell'Associazione Mondiale della Strada (AIPCR-PIARC)  per il quadriennio 2008/11. Curriculum accademico - Nell’anno 1995 è risultato vincitore del concorso pubblico per titoli ed esami ad un posto di ricercatore universitario presso l’Università di Roma “Tor Vergata” per il settore scientifico disciplinare H03X “Strade, ferrovie ed aeroporti” (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4° Serie speciale N.103 del 30 Dicembre 1994). - Dall’anno 1996 al 2001 ha ricoperto il ruolo di ricercatore presso la facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” per il settore scientifico disciplinare H03X “Strade, ferrovie ed aeroporti” (ICAR 04) - Nell’anno 2001 è risultato idoneo alla procedura di valutazione comparativa per un posto di professore universitario di ruolo di seconda fascia per il settore scientifico disciplinare H03X- Strade, Ferrovie ed aeroporti, bandito presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi della Basilicata (Decreto Rettorale n. 744 , Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale - n. 81 del 17/10/2000). - Dal 1/11/2001 ha preso servizio come professore di seconda fascia presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Principali contratti di ricerca - Ha partecipato al progetto di ricerca “La Manutenzione e la riabilitazione delle pavimentazioni stradali: la gestione e le tecniche di intervento” finanziato dal Ministero dell’Università e della ricerca scientifica e tecnologica MURST nell’ambito dei programmi di ricerca di interesse nazionale 1998). - Ha partecipato al progetto “ART - Automated and Robotic Based Technics - New Solution for Road Construction and Maintenance” (Project RO-97SC1007), finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del IV° Programma Quadro di Ricerca. - Ha partecipato al progetto di ricerca “Linee guida per la programmazione dello sviluppo degli aeroporti regionali italiani” finanziato dal Ministero dell’Università e della ricerca scientifica e tecnologica MURST nell’ambito dei programmi di ricerca di interesse nazionale 2004. - Dal 1995 al 1997 ha partecipato alla ricerca "Studio ed apprestamento di supporti conoscitivi per la definizione delle modalità di istituzione ed aggiornamento del catasto delle strade” (Finanziato dal Ministero dei Lavori Pubblici). - Ha partecipato alla ricerca "Estensione agli aspetti strutturali delle strade extraurbane e agli aspetti funzionali e strutturali delle strade urbane dello studio per la definizione delle modalità di istituzione ed aggiornamento del catasto delle strade e della sezione incidentalità dell’archivio nazionale delle strade” (Finanziato dal Ministero dei Lavori Pubblici 1995-1997). - Ha partecipato alla ricerca “Studio a carattere pre-normativo in coerenza con le normative comunitarie in materia, nel settore della progettazione e realizzazione di infrastrutture viarie nell’ambito di un equilibrato assetto del territorio” finanziato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (1995-1997). - Ha partecipato alla ricerca “Definizione delle linee guida per i Piani della Sicurezza Stradale Urbana” finanziato dal ministero dei Lavori Pubblici (1998-2000). - Ha partecipato alla ricerca “Definizione delle linee guida per le analisi di sicurezza delle strade” finanziato dal ministero dei Lavori Pubblici (1998-2000). - È stato responsabile del progetto per lo sviluppo di un sito web relativo alle normative ed alla documentazione sulle infrastrutture di trasporto finanziato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (2001). Temi di Ricerca Dopo la laurea in ingegneria civile Vittorio Nicolosi è entrato a far parte del gruppo di ricerca sulle pavimentazioni stradali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, svolgendo attività di ricerca nell’ambito della progettazione delle sovrastrutture e della caratterizzazione dei materiali. Dopo il completamento del ciclo dottorale, nel 1995, è entrato a far parte del corpo accademico del Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Dal 2001 è professore associato di “Strade, ferrovie ed aeroporti” presso lo stesso ateneo. I suoi principali interessi di ricerca sono relativi a diversi aspetti riguardanti l’ingegneria delle pavimentazioni stradali ed aeroportuali, tra questi il progetto delle sovrastrutture, il comportamento meccanico dei materiali, l’impatto ambientale (interazione veicolo/pavimentazione, rumore e vibrazioni), e la manutenzione delle pavimentazioni. Oltre a studiare le pavimentazioni stradali, ha anche condotto ricerche sulla progettazione geometrico funzionale e la sicurezza stradale. La progettazione delle sovrastrutture stradali ed aeroportuali Durante il dottorato ha trattato le problematiche del degrado dei giunti da ponte, analizzando sia aspetti funzionali che strutturali, e sviluppato un metodo di progetto per dei giunti sottopavimentazione. Dopo la conclusione del dottorato ha progettato e condotto una sperimentazione in vera grandezza al fine di validare il metodo di calcolo proposto, ed ha trattato alcune altre problematiche legate alla progettazione delle sovrastrutture stradali sui ponti (i.e. analisi delle temperature e valutazione delle deformazioni permanenti nelle pavimentazioni dei ponti). Ha inoltre studiato alcuni aspetti relativi al calcolo razionale delle pavimentazioni flessibili, vale a dire: l’interazione dinamica tra gli strati e il calcolo probabilistico. In particolare ha condotto uno studio sperimentale sull’interazione dinamica tra gli strati delle pavimentazioni flessibili sperimentazione, i cui risultati sono sinteticamente illustrati nella pubblicazione presentata all’Eighth International Conference on Asphalt Pavements; ed ha proposto un nuovo approccio di tipo stocastico al calcolo delle pavimentazioni basato sul metodo di simulazione Monte Carlo. Comportamento meccanico dei materiali Nicolosi ha svolto diversi studi teorici e sperimentali sul comportamento dinamico dei materiali stradali. A partire dal 1990 egli ha condotto ricerche sperimentali per valutare il comportamento visco-elastico dei conglomerati bituminosi sia in laboratorio, con prove a flessione su 4 appoggi, che i sito. Attualmente sta studiando il comportamento dei conglomerati bituminosi drenanti, al fine di verificare l’attendibilità dei metodi previsionali e di valutare i parametri dei modelli costitutivi usualmente impiegati. Oltre ai conglomerati bituminosi ha studiato anche la caratterizzazione dei materiali stradali trattati con leganti idraulici, ed ha partecipato alla ricerca finalizzata alla redazione di un catalogo italiano delle pavimentazioni stradali. Inoltre ha studiato le problematiche relative al controllo di qualità dei materiali ed in particolare i metodi attraverso i quali sviluppare specifiche di tipo prestazionale dei conglomerati bituminosi. Questi studi hanno portato allo sviluppo di un criterio per la valutazione delle penali, basato: sulla simulazione delle prestazioni attraverso un calcolo empirico-meccanicistico e sulla valutazione del costo sull’intero ciclo di vita. Impatto ambientale Gli aspetti ambientali legati alle pavimentazioni stradali (i.e. inquinamento acustico e da vibrazioni) sono stati, già a partire dal 1994, tra i temi di ricerca trattati da Nicolosi. Infatti egli oltre ad aver partecipato ad una ricerca relativa all’inquinamento acustico indotto dai veicoli commerciali, in qualità di membro del gruppo di lavoro “G4” dell’Associazione Mondiale per i Congressi della Strada, ha anche condotto numerosi studi teorici sulle vibrazioni prodotte dal traffico stradale e ferroviario. Le esperienze maturate sono state recentemente impiegate in una ricerca finalizzata allo sviluppo di indicatori di prestazione per la gestione del patrimonio infrastrutturale. Manutenzione delle pavimentazioni stradali ed aeroportuali Un’altra area di ricerca di particolare interesse è stato, ed è tuttora, la manutenzione delle pavimentazioni stradali ed aeroportuali; in questo ambito Nicolosi ha trattato le seguenti tematiche: sistemi e tecniche per la gestione della manutenzione, leggi di degrado, misura e monitoraggio delle prestazioni. Il costante interesse in quest’area di ricerca è confermata dalla partecipazione a diversi progetti di ricerca e commissioni nazionali ed internazionali, oltre che da numerose pubblicazioni. Per quanto riguarda i sistemi di manutenzione ha studiato le applicazioni dei sistemi esperti e delle tecniche di “soft computing” (p.e. algoritmi genetici e logiche fuzzy) ai fini della scelta dei trattamenti manutentivi. Recentemente ha preso in esame i criteri per sviluppare indicatori di prestazioni di tipo tecnico da impiegare nella gestione del patrimonio stradale. Ha condotto studi sulle leggi di degrado delle caratteristiche superficiali delle pavimentazioni stradale ed aeroporuali; in particolare i seguenti temi di ricerca sono stati analizzati: - Lo sviluppo di modelli di degrado semi-meccanicistici con l’ausilio di metodi di simulazione; - La valutazione previsionale dell’evoluzione dell’aderenza e della regolarità attraverso modelli matematici dedotti da analisi sperimentali. Per quanto riguarda la misura ed il monitoraggio delle prestazioni sta studiando: - I metodi di segmentazione delle misure per l'individuazione delle tratte omogenee; - L’analisi delle misure dedotte da prove deflettometriche dinamiche, al fine di valutare gli indicatori strutturali e i dati necessari alla progettazione degli interventi di riabilitazione. Progettazione geometrico funzionale e sicurezza Nell’ultimo decennio Nicolosi ha dedicato la sua attenzione anche alla sicurezza stradale, in particolare ha analizzato le relazioni tra caratteristiche geometriche e funzionali e l’incidentalità. I risultati di queste ricerche sono state presentate sia in pubblicazioni che in rapporti di ricerca e pre-normativi (p.e. “Linee guida per la sicurezza stradale urbana” ricerca finanziata dal Mistero dei delle Infrastrutture e dei Trasporti).

Corsi Insegnati da Vittorio Nicolosi nel Database 
(#50):